Crea sito
 ESCAPE='HTML'

In ogni forma d’arte è possibile osservare opere che affrontano temi legati all’occultismo o dedicate a Lucifero stesso. Si riscontrano esempi nella letteratura, nel cinema, nel teatro, nella fotografia, nella pittura, nella storia e nella musica e non tutti sono storicamente recenti. Basti pensare a Giosuè Carducci con il suo inno “A Satana”, in cui Satana viene identificato con la scienza e la natura sacrificate al Cristianesimo oppure a “Litanie di Satana” di Charles Baudelaire, in cui la divinità è identificata con la speranza e la giustizia.

In ambito storico spicca “La Strega” di Jules Michelet, romanzo storico in cui la strega è simboleggiata come donna di vasta conoscenza e creatrice del destino e i sabba sono descritti come la congiunzione fra essa stessa e il suo Signore. Interessante notare come in questo romanzo ottocentesco il corpo femminile diventi l’altare dei rituali, concetto ripreso circa un centinaio di anni dopo da Anton Szandor La Vey.

Anche la pittura offre numerosi spunti: da Felicien Rops, ossessionato dall’icona della femme fatale complice del Diavolo, a Luis Ricardo Falero, autore di “Una visione del Faust” e “La partenza delle Streghe” e Franz Von Stuck, affascinato dalle streghe. La pittura ci consegna anche artisti molto più moderni quali Chris Moyen, che realizza disegni spesso blasfemi per cover di cd e magliette di gruppi metal estremi e Hans Ruedi Giger, che ha realizzato opere riguardanti visioni oniriche, tematiche spirituali, mondi psichedelici e soggetti biomeccanoidi (in cui carne e metallo si fondono).

A proposito di musica non si può tralasciare un autore significativo come Niccolò Paganini, che, scampato alla morte all’età di soli sei anni, divenne un violinista impareggiabile, abilità che il popolo, incoraggiato dal musicista stesso, attribuì ad un patto con il Diavolo.

Altre forme artistiche che hanno affrontato temi legati alla Via della Mano Sinistra sono il teatro e il cinema. Nel primo va citato Pierre Klossowski che realizzò una commedia sul Baphomet tratta da un suo romanzo. Nel secondo ambito artistico invece è d’obbligo menzionare Kenneth Anger, che realizzò il cortometraggio “Lucifer’s Rising”, narrante l’ascesa di Lucifero e Roman Polanski con i film “Rosemary’s Baby”, che rappresenta il patto col Diavolo svolto da Guy Woodhouse, un attore in cerca di successo e “La Nona Porta”, che narra la storia di un grimorio scritto da un esoterista veneziano ucciso dall’Inquisizione di cui esistono tre copie, ma solo una si rivela autentica per aprire la sopra citata porta.

Questo articolo non pretende di essere esaustivo sull’argomento perché di certo, indagando, si possono trovare miriadi di artisti che affrontano tematiche occulte e misteriose, ma vuol essere uno spunto per invogliarvi all’ampliamento della vostra conoscenza. Detto ciò, auguro a tutti una fruttuosa ricerca!

 

Hexe Ligeia

 ESCAPE='HTML'